Oratorio

NON ARDEVA FORSE IN NOI IL NOSTRO CUORE?

Carissimi,

mentre vi scrivo queste poche righe, ho ancora negli occhi e nel cuore l’esperienza di Summerlife di quest’estate: che dono grande è stato potersi ritrovare dopo i mesi del lockdown; poter stare di nuovo insieme per pregare, celebrare, chiacchierare e giocare; e così ritornare ad abitare il nostro oratorio con tutta la gioia, l’entusiasmo e la voglia di divertirci. Sono sicuro che devono essere mancati anche a lui che, per diversi mesi, ha visto solo me che passeggiavo sui campi leggendo, pregando o telefonando a qualcuno di voi. Deve aver pensato: che noia questo don tutto solo, ma dove sono i ragazzi?!

Ricordo, come se fosse ieri, il giorno in cui anche il nostro Arcivescovo Mario è venuto a trovarci. Era martedì 30 giugno: l’abbiamo accolto con una grande festa e lo abbiamo ascoltato mentre ci ricordava che il nostro oratorio è davvero quella terra “piena della gloria di Dio” nella misura in cui ognuno di noi lascia che l’amore di Gesù lo illumini e lo educhi a voler bene agli altri.

E allora sapete perché l’oratorio riapre? Proprio per questo, perché abbiamo bisogno di Gesù; perché ognuno di noi, in oratorio, possa ancora incontrarlo vivo, presente, capace di fargli ardere il cuore. Perché noi non possiamo vivere senza Gesù! Noi non siamo tra quelle persone che si accontentano di quello che capita, che passano il tempo davanti alla televisione o gironzolando senza meta; noi non vogliamo diventare persone tristi; al contrario noi vogliamo essere felici. Per questo abbiamo bisogno di Gesù che ci insegna ad amare!

Amici, quante cose sono successe in questi mesi! Quante cose ci hanno ferito e ci hanno fatto soffrire. Viene da piangere. Altre ci hanno messo nel cuore la speranza che, insieme, ce la possiamo fare; che, insieme, siamo una forza! Certo ci saranno alcuni sacrifici da fare e nessuno conosce il futuro che ci aspetta. Ma sapere che camminiamo insieme e che accanto a noi c’è il Signore, cambia tutto.

Grazie a chi permette tutto questo: gli educatori, le catechiste, il consiglio dell’oratorio, i volontari, tutti e ciascuno di voi. Grazie a chi, nel silenzio e con la discrezione di una parola amica, continua a voler bene al nostro oratorio ma, soprattutto, a Gesù.

Buon oratorio a tutti, vi aspetto! dP

> Per orari, ingressi, numeri e tutte le altre novità clicca qui <