Accoglienza dei bambini bielorussi

Chi accoglierà questo bambino nel mio nome, accoglie me (Lc 9,48).

Domenica 17 settembre dopo le Messe delle 10 e 11,30 vendita delle torte a sostegno dell’iniziativa “Accogliamo i bambini di Chernobyl”.

TESTIMONIANZA DI UNA FAMIGLIA CHE HA ACCOLTO UN BAMBINO BIELORUSSO
Vorrei condividere con voi questa meravigliosa esperienza che io e la mia famiglia abbiamo fatto, come iniziare? Direi che posso iniziare dal giorno in cui Patrizia volontaria Caritas della Parrocchia di San Leone e Responsabile del gruppo per l’accoglienza dei bimbi della Bielorussia è venuta nella nostra Comunità a proporci di unirci alla loro esperienza che ormai da alcuni anni fanno, che è quella di ospitare per un mese un bimbo che vive nelle zone ancora oggi contaminate a causa della nube tossica di Chernobyl.
Per leggere la testimonianza completa clicca qui

Ogni anno, nel mese di ottobre e di giugno, offriamo ai bambini bielorussi, che ancora oggi risentono delle conseguenze dell’incidente di Chernobyl, un soggiorno di risanamento, della durata di un mese, accogliendoli presso alcune famiglie che si offrono di ospitarli.
In ottobre i bambini restano in Italia 4 settimane e la loro età è compresa tra i 7 e i 9 anni. Dai 10 ai 18 anni non compiuti possono essere accolti dalle famiglie nel mese di giugno.
Il soggiorno dei bambini è ben organizzato in modo da permettere alle famiglie ospitanti di proseguire con la loro quotidianità.
Quest’anno abbiamo ospitato 14 bambini in ottobre e 11 in giugno.

Per maggiori informazioni scrivere a patrizia.cassani67@gmail.com